Fine settimana emozionante per l’Avis Verag che accoglie anche il sole che finalmente, atteso, è arrivato. In quattro (tra veterani e “novelli”) sono partiti per il Tuscany Trail in mountain bike: 466 km in giro per la Toscana: Riccardo Ceccatelli, Andrea Gelli, Federico Silvio Moretto e Fabio Cipriani per un tour di puro divertimento a contatto diretto con la natura.

Per la bici da strada un contingente di una ventina di unità, con grande partecipazione al femminile, ha invece preso parte al recupero del Raduno “A Sud di Paperino”, che era previsto per lo scorso 5 maggio organizzato dalla Paperino San Giorgio, col percorso di circa 90 km, tra Chiesanuova, San Pancrazio e Montagnana e poi il ritorno. Alla fine è arrivato il terzo posto di squadra.

C’era anche La Medicea, tappa di Coppa Toscana Vintage dove immancabilmente l’Avis Verag ha chiuso al primo posto in classifica.

QUI LA FOTOGALLERY: https://www.facebook.com/pg/avisverag/photos/?tab=album&album_id=2829264397089039

L’evento agonistico invece era quello della Gran Fondo Costa degli Etruschi, organizzata dalla MTB Cecina a Bibbona, tappa di Coppa Toscana, gara molto dura per i nostri bikers dove il nemico è stato il caldo, oltre agli oltre 2000 metri di dislivello e ai 70 km da percorrere.
Undici erano i bikers Avis Verag Prato impegnati. Assente Gelli, Avella viole fare il supercolpaccio. Parte bene ma per problemi di frecciatura lui e un centinaio di atleti sbagliano il percorso e si trovano dopo 16 km clamorosamente in fondo al gruppo. Ma “Slavina” non ci sta ad abbandonare la leadership di squadra di recente ribadita e comincia una durissima quanto entusiasmante rimonta sui compagni che pareva pagato: impresa riuscita. Finirà davanti a tutti i compagni di squadra (peraltro al 112esimo posto assoluto e 17esimo di categoria M3 in 4 ore 3’31”), con 10’ su Alessandro Mencaroni (139esimo e 19esimo M5 in 4:12’42”), e poi Federico Bruni subito dietro di lui, 20esimo M5 e 150esimo assoluto in 4:19’04”, poi, insieme in 4 ore 21’54”, Marco Barni (21esimo M5 153esimo assoluto) e Marco Ambrosetti a ruota (154esimo assoluto e 22esimo M5). A seguire Antonio Padelli (27esimo M3, 179esimo assoluto in 4:41’27”, Alessandro Breschi (28esimo M5 e 183esimo assoluto in 4’37″86) e Matteo Menci in 4:41’27”,194esimo assoluto e 18esimo M1.