TRIVIAL TRIVELLA Trans Travalle Trail. Raduno Mtb

LA STORIA

Tutto iniziò nel 2009, quando il Cecca arrivò secondo e Silvano Innocenti terzo.

Ecco la cronaca di allora (dal Tirreno):

Danile vince al Cross Country Travalle (Ceccatelli secondo in categoria A4)

PRATO – Grande successo per la manifestazione di mountain bike organizzata dal team Lenzi Bike Prato insieme all’Eco-Bikes Travalle e con la collaborazione della Lega ciclismo della Uisp di Prato e di Firenze, patrocinata dal Comune di Calenzano. Quasi 200 gli iscritti alla gara e più di 60 i partecipanti all’escursione per il 2º Cross Country Travalle gara valevole come ultima prova del campionato provinciale di Mtb di Prato e come 2º prova del Campionato Invernale Mtb 2009 di Firenze e 3º Memorial Alberto Bettarini.

«Siamo molto contenti di come si è svolta la manifestazione – spiega Alberto Pagnini, Lenzi Bike – tutti i concorrenti si sono complimentati per il percorso e per l’abbondante pasta party. Ringrazio l’Eco Bikes Travalle, la Uisp di Prato e Firenze e il Comune di Calenzano per la collaborazione. Sicuramente riproporremo la manifestazione il prossimo anno anche con qualche novità. Inoltre parte del ricavato verrà devoluto in beneficenza agli enti Cure2children e alla Onlus Regalami un Sorriso».

Nella categoria A1 è stato Daniele Danile (Team Guru) a conquistare il primo posto davanti a Daniele Seghi (Castelfiorentino) e Daniele Bartolini (Ciclo Club Pontassieve). Nell’A2 Leonardo Miniati (Tutto Bike Team) supera Massimo Baldi (Team Tredici Bike) e Marco Mazzoni (Ciclo Pontassieve). Nell’A3 Mirco Molini (Team Tredici Bike) ha la meglio su Simone Secci (Mtb Firenze) e Maurizio Firenze (By Bike). Nella categoria A4 è Gianluca Galardini (Felt International) il più veloce davanti a Riccardo Ceccatelli (Team Mtb Prato) e Alessandro Meoli (Pmb Fenixs). Nella A5 Tiziano Lenzi (Lenzi Bike) precede Giorgio Primanti (Ciclo Pontassieve) e Romeo Cavicchi (Cicli Santoni). Nella A6 Reanato Poli (Cicli Santoni) è davanti a Giuliano carmagnini (Grip Castelfiorentino) e Silvano Innocenti (Avis Verag Prato Est). Tra le donne Lucia Mancini (Ciclissimo Bike) precede Monica Meucci (Team Tredici Bike) e Daniela Turchi (Lenzi Bike) giungono all’arrivo anche Laura Sabatini (Ciclissimo Bike), Barbara Cappellini (Tutto Bike Team), Stella Pacini (1º e Pizza Bike) e Maria Pia Binozzi (Ciclissimo Bike). Tra i Giovani Luca Ignesti (Tuttinbici) nella categoria A è primo davanti a Gianmarco Venturi (Ciclissimo Bike) e Lorenzo Ciabatti (Bike Team 2001). Nella categoria B vince Klaudio Pjetrushaj (Gs Gruppo Lupi).
V.T.
21 ottobre 2009 sez.

 

Il “Trivial Trivella”, come escursione, nasce ufficialmente nel 2015.
Era passato un anno (circa) da quando gli Ecobikers di Travalle erano confluiti nel gruppo Avis Verag. All’epoca stavamo cercando di organizzare un raduno per Mtb vintage. Avevamo trovato il nome: la Ferrivecchi. Sul percorso, però, non c’era unanimità di vedute. Quale itinerario era il più adatto? Furono proprio gli Ecobikers a proporre la soluzione: il Trivial Trivella.
In realtà il percorso non si chiamava proprio così. Lo avevano ideato loro: Florio Gianfranco e Gino, anni addietro, per una prova del campionato provinciale pratese di Mtb. Ora tornava utile. Il nome derivava dal fatto che la discesa più difficile di questo itinerario  era stata aperta proprio da Gianfranco detto il “Trivella”. Il motivo di tale  soprannome chiedetelo a GinoGino, la storia che vi racconterà vi lascerà a bocca aperta.

Il raduno vintage fu programmato per febbraio;  il maltempo ci costrinse a rinviarlo. Ma il lavoro fatto  non andò perduto. Il Trivial Trivella Trans Travalle Trail venne inserito nel circuito escursionistico “Ruote Grasse”,  promosso dall’Uisp pratese, come raduno di chiusura. E da allora è un appuntamento costante del mese di dicembre.

 

I LUOGHI
Intorno Travalle, per chi ama fare  Mtb , c’è l’imbarazzo della scelta.  Un  intrico di sentieri e strade di campagna fanno si che, per quanto spesso tu ci vada, ci sarà  sempre una variante di percorso che non conosci. Ci sono tratti facili e single track impegnativi,  boschi fitti e strade romane, salite dure e discese mozzafiato. Ecco alcuni nomi pittoreschi con cui questi posti  sono noti ai  bikers pratesi: La salita di Sommaia, Ca’ del lupo, il Musicista , il randello, Il Farneto, il Taboga, la discesa del Kamikaze, l’incementata, il guadaccio, la Trivella, casa Gramigni,  il Farnetino….. . Il Trivial Trivella transita in  questi luoghi.

 

LA DESCRIZIONE DEL PERCORSO

Partenza dal  Ristorante Travalle.
Si va sulla pista ciclabile fino al ponte sulla Marina.
Appena attraversato il  ponte si gira a destra e si prosegue  sullo sterrato lungo la Marina. A fine sterrato si gira a sinistra su via Dietro Poggio e si va in via Garibaldi. Poi via Puccini, via Firenze, via Roma, via del Saccardo ecc fino a Sommaia. Si prosegue sulla strada che va alla Fonte del Ciliegio. Superata la sbarra, al primo curvone si abbandona la strada principale. Si gira a sinistra, poi a destra e si sale sulla parallela (va’ del lupo). Si supera il bivio che porta al “Musicista” e al bivio successivo si prende a sinistra. Da qui inizia la discesa che ci riporta sulla strada di Legri. Si gira a sinistra verso la Chiusa  e si va a prendere la strada di Farneto. Arrivati sulla sommità i percorsi sì dividono: il corto gira a sinistra sul Taboga e rientra a Travalle passando dal Farnetino, mentre il lungo prosegue verso il sentiero Kamikaze e arriva a Carraia. Da lì prende la via Vezzanina (che poi diventa l’incementata) fino allo slargo. Da qui si prosegue su sterrato, fino al guado. Subito dopo il guado la strada piega a destra e diventa molto ripida. Fatti 3/400 m si deve girare a destra su un sentiero molto più stretto. Da lì inizia la discesa tecnica (Trivella). Dopo poco si incontra un bivio: bisogna tenere la sinistra. La discesa termina a Carraia. Si va a riprendere la strada che porta alla Casa Gramigni e si torna facendo il finale del percorso corto.

Scarica il volantino in PDF qui: volantino Trivella 2018 modern

Tags