Ancora una domenica di diluvio in mountain bike per la Gran Fondo Costa degli Etruschi a Cecina, terza tappa di Coppa Toscana. Sono stati 45 minuti di autentico diluvio iniziato due minuti dopo il via e continuando ininterrotto a bagnare i temerari bikers. Le leggende già raccontano di atleti dell’Avis Verag spariti dentro a delle pozze o dei guadi, uno di questi è sicuramente il consigliere taxi driver Bonamici che infatti non si trova in classifica. Pare stia ancora pagaiando tra i ruscelli cercando di ritrovare la bici e poi la strada di casa. Quello che era presente alla riunione di squadra di lunedì sera si è scoperto fosse un avatar.
Dal punto di vista agonistico la tappa interna l’ha ancora una volta vinta Simone Avella. Lui continua a dire che il merito è della nuova bici ma c’è chi spergiura che da quando venne in sede il nutrizionista a promuovere i prodotti di supplementazione alimentare della Named il livello del conto in banca di Avella si sia abbassato sotto quello del Bisenzio quando è in secca e non c’è bisogno nemmeno del pontile per guadarlo in Da Piazza a Piazza. Altra situazione che ha fatto attivare il Var è la repentina deviazione di Andrea Gelli sul percorso corto. Dal suo entourage trapela che aveva un problema alla bici, per questo il cambio di programma in corsa. Ci credono in pochi, anche se peraltro ha fatto bene perché è salito sul podio di categoria. Anche Rosadoni, 11esimo della sua categoria nel corto, si dichiara soddisfatto, se non altro per aver concluso una gara e per giunta riportando la bici tutta intera al traguardo senza aver lasciato pezzi di ferraglia sparsi per il territorio.

E’ arrivato alla fine un quarto posto di squadra, che migliora la classifica dopo tre prove di Coppa Toscana. Il prosciutto – ha assicurato il presidente Barni – è ancora a casa mia, ma pochi contano di assaggiarlo.

Qui le classifiche individuali di team, in cui non compare, come detto Bonamici nel lungo ma per un disguido tecnico.

Qui la classifica generale: https://www.tds-live.com/ns/index.jsp?login=&password=&is_domenica=0&nextRaceId=&dpbib=&dpcat=&dpsex=&serviziol=&pageType=1&id=9725&servizio=000&locale=1040

Altre immagini:

PRIMA…

DOPO…

***

Nella giornata una piccola rappresentanza ha preso parte alla cicloturistica Gran Fondo del Mugello per bici da strada, seconda prova del Circuito Terre dei Medici, percorso medio, senza beccare pioggia. Impegni di mountain bike, impegni di lavoro, il meteo che appariva incerto, l’avvicinarsi di Da Piazza a Piazza, con una squadra numerosa che ha continuato a lavorare lungo il percorso, purtroppo non hanno consentito di onorare al meglio la manifestazione, bellissima, che parte dall’autodromo del Mugello e percorre le salite più famose di quel versante. Tra i presenti il vicepresidente Mazzoni. Agli amici organizzatori promettiamo di provare a essere più numerosi l’anno prossimo, anche perché l’evento merita davvero.

***
Si lavora per Da Piazza a Piazza…