Doppio primo posto tra i Vintage per l’Avis Verag Prato, all’Etrusca, la ciclostorica  che si è svolta a Bolgheri sui tre percorsi: l’Elegante di 20 km, il Buongustatio di 60 km e 1000 metri di dislivello, e l’Etrusco, di 110 km con 1920 metri di dislivello col giro di boa a Pomarance. La squadra pratese è stata prima nella classifica a squadre e prima individualmente nel percorso lungo con Riccardo Ceccatelli, uno dei polivalenti veterani della società.
Prima e dopo la manifestazione naturalmente non sono mancati i momenti conviviali e anche in questo caso la società non ha mancato di farsi onore.

MOUNTAIN BIKE
Seconda tappa della Coppa Toscana invece per la squadra di mountain bike, la Rampichiana a Cortona, sul percorso di 41 km e circa 1500 metri di dislivello. La squadra ha partecipato con un contingente importante che comprendeva anche il presidente Marco Barni, che ha “sfruttato” (involontariamente?) il suo ruolo per partire in griglia d’onore essendogli stato attribuito il frontalino numero 10 (!). In effetti i primi erano dislocati alla partenza fuori dal centro storico, dove invece si trovavano gli altri del team. “Ho sudato le sette camice per annullare questo vantaggio”, ha commentato con serena finta acredine nel dopogara Simone Avella che, come a Monteriggioni, è stato comunque il migliore di squadra chiudendo 309esimo e 48esimo della categoria M3 in 2 ore 28’55”, a 35’ dal vincitore alla media di 16,92.
Alle sue spalle il presidente Barni (416esimo e 45esimo della categoria M5) che è riuscito a chiudere, per un secondo, davanti a un rimontante e sbuffante Damiano Rosadoni. A seguire nelle posizioni di quadra Federico Silvio Moretto, Federico Bruni, Fabio Cipriani, Marco Ambrosetti, Giuseppe Cirmena, Massimo Gambacorti, Matteo Menci, Lorenzo Cambi e Michele La Porta.

Qui il link con le classifiche: https://www.winningtime.it/web/results.php?item=5138

STRADA
Il gruppo strada è stato penalizzato dal vento che ha soffiato forte oggi su Prato, e così la partecipazione al Raduno provinciale Uisp “Giro a sud di Paperino, seconda edizione” , organizzato dalla A.S.D. Paperino San Giorgio sul percorso di 90 km ha avuto meno partecipanti del previsto. Un contingente di baldi atleti era comunque presente a rappresentare la società.

Non è mancato all’appello del fine settimana anche Andrea Gelli che sabato ha partecipato in Friuli, tra Pordenone e Treviso, alla Randonnè Ronda Trevigiana, “il Fiandre trevigiano”: 110 km e circa 1500 metri di dislivello coperti in 4 ore e 44 di tempo effettivo.