di Diego Clemente
Domenica 19 marzo è stata una grande giornata per i “vintage” Avis Verag. In una bellissima mattina  di primavera, ben tredici impavidi hanno affrontato la difficile trasferta di Bolgheri.  C’erano il Cecca e il Mazzoni (il Fabrizio non il dr. Pivetta), il Primario, il Gigi, il Paoletti, i due Cleme, il Cala, il Tempestini, Mike e Mascia, oltre ai due esordienti: Max Bellini e la Silvia, prima donna Avis a cimentarsi nell’arduo settore delle bici d’epoca. Soddisfazione del Capitano per il doppio esordio.
Il percorso, spettacolare, è di quelli che ti riconciliano con la bici anche se sei “pianista”. Si attraversano luoghi e strade inconsueti,  da cui si godono stralci di panorama entusiasmanti, di una bellezza, se non fosse per la fatica (o forse proprio per quello), struggente. La partenza è stata alle 9 da Bolgheri. Ci siamo diretti, passando in mezzo ai famosi cipressi “in duplice filar”, verso Bibbona, Casale e la terribile salita di Querceta.  Il Cecca e il Mazzoni hanno allungato da subito per affrontare il duro tracciato dei 110 km con 2000 m. di disl che li avrebbe portati fino a Volterra. Alla fine, grandi, saranno tra i primi del lungo. Nel frattempo il mitico Max Bellini, neanche il tempo di scaldarsi, aveva già rotto il cambio ed è stato costretto al ritiro. Il percorso per lunghi tratti si snoda su strade bianche bellissime che, però, mettono a dura prova sia bici che ciclisti. Dopo il ristoro di Querceta (ndr: I ristori e il pasta party finale, ottimi, erano organizzati dagli studenti di una famosa scuola alberghiera), approfittando di tratto sterrato, il Capitano va in fuga e non sarà più raggiunto, suo malgrado, fino al traguardo di Bolgheri. Va detto che nel frattempo la squadra è stata bersagliata da inconvenienti meccanici e da ben tre forature che la rallentano pesantemente. A forare sono quelli della Bianchi (due volte il Tempestini e una Mike) tanto che il Mascia si lascia andare ad un commento sarcastico: “oggi la squadra Bianchi ha fatto il bucato”. Alla fine, comunque, realizziamo un risultato di grande prestito: primi nella classifica a squadre. Grande risalto per noi  al momento della  premiazione. Veniamo premiati dal sindaco di Bolgheri con tanto di foto ufficiale per la stampa locale.
Non male. Stiamo diventando una realtà nel mondo delle bici d’epoca toscane.
IMG_3045

Altre immagini e info qui: http://www.avis-verag.it/2017/03/19/lavis-verag-ancora-prima-su-strada-nel-provinciale-numerosi-anche-in-bici-vvintage/